British Academy: ennesimo trionfo per Meryl Streep, "The Artist" sette premi

Pubblicato il 13 febbraio 2012

Ieri sera abbiamo scoperto i vincitori dell’equivalente britannico degli Oscar, il BAFTA, ovvero British Academy of Film and Television Arts, l’organizzazione fondata da David Lean nel 1947 che premia annualmente le migliori opere cinematografiche, televisive e d’intrattenimento.

meryl-streep-win-best-actreA soli 14 giorni dalla notte degli Oscar, il BAFTA ha svelato le sue carte e i suoi vincitori al Royal Opera House di Londra: il British Academy ha spesso e volentieri preannunciato i risultati degli Academy Awards, sarà così anche questa volta?

Come auspicato dalla maggior parte della critica, The Artist, La Talpa, The Iron Lady e Hugo Cabret sono tra i grandi vincitori della manifestazione.

The Artist primo su tutti con ben sette premi tra i quali Miglior Film, Miglior Regia (Hazanavicius) e Miglior Attore (Dujardin), la tripletta che tutti i cineasti sognano. Hazanavicius ed il suo film in bianco e nero portano a casa anche il trofeo per la Miglior Sceneggiatura Originale. «Sono molto sorpreso. Tanta gente pensava che non ci fosse un copione perché non c’era dialogo» ha rimarcato il regista francese durante la cerimonia.

Il thriller di Thomas Alfredson La Talpa, è stato premiato invece per la categoriaenelope-Cruz- L -stands-wit Outstanding British Film, il premio riservato per le migliori pellicole britanniche. Il film basato sul famoso romanzo di John Le Carre ha inoltre trionfato per la Miglior sceneggiatura non originale grazie al talento di Peter Straughan. «Vorrei solo ringraziare The Artist per non essere tratto da un libro» ha dichiarato scherzosamente lo sceneggiatore. Poi, Straughan ha aggiunto di voler dedicato il premio al co-sceneggiatore Bridget O’Connor, morto dopo aver perso la battaglia contro il cancro prima che La Talpa fosse completato.

Non poteva di certo mancare Hugo Cabret di Martin Scorsese, che a dispetto delle più rosee previsioni per gli Oscar, porta a casa solo due premi, quello per la Miglior scenografia grazie ai nostri Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo e quello per il Miglior suono.

The Iron Lady conferma invece le sue aspettative: il BAFTA incorona Maryl Streep come Migliore attrice e consegna al film della Lloyd anche il premio Make-Up and Hair.

Un altro grande vincitore della serata di ieri è stato il docu-film dedicato alla vita di Ayrton Senna, diretto dal bravissimo Asif Kapadia. Il regista britannico ed il suo documentario hanno vinto i premi di Miglior documentario e di Best Editing (montaggio).

Migliori effetti speciali per Harry Potter e i doni della morte: parte II e Best Animate Feature Film per Rango. Ad Adam Deacon è andato il premio Rising Star.

Tra questi titoli potrebbe esserci il vincitore degli Oscar, questo è un dato di fatto oramai (The Artist 10 nomination, Hugo Cabret 11 nomination) e seppur il BAFTA rappresenti una sorta di “preludio” degli Academy Award, facciamo finta di niente e continuiamo ad attendere il 26 febbraio.

Come diceva Lessing: “l’attesa del piacere è essa stessa piacere”.

Qui di seguito ecco tutti i vincitori del British Academy

MIGLIOR FILM

THE ARTIST

MIGLIOR REGISTA

MICHEL HAZANAVICIUS – The Artist

MIGLIOR FILM INGLESE

LA TALPA – TINKER TAILOR SOLDIER SPY

MIGLIOR ATTORE

JEAN DUJARDIN – The Artist

MIGLIORE ATTRICE

MERYL STREEP – The Iron Lady

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

OCTAVIA SPENCER – The Help

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

CHRISTOPHER PLUMMER – Beginners

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

THE ARTIST – Michel Hazanavicius

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

LA TALPA – Bridget O’Connor, Peter Straughan

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

RANGO – Gore Verbinski

MIGLIOR DEBUTTO PER UNO SCENEGGIATORE, REGISTA O PRODUTTORE INGLESE

TYRANNOSAUR – Paddy Considine, Diarmid Scrimshaw

FILM IN LINGUA NON INGLESE

LA PELLE CHE ABITO – Pedro Almodóvar, Agustin Almodóvar

MIGLIORI COSTUMI

THE ARTIST – Mark Bridges

MIGLIOR FOTOGRAFIA

THE ARTIST – Guillaume Schiffman

MIGLIORI SCENOGRAFIE

HUGO CABRET – Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo

MIGLIOR MONTAGGIO

SENNA – Gregers Sall, Chris King

MIGLIOR TRUCCO E PARRUCCO

THE IRON LADY – Marese Langan

MIGLIOR SUONO

HUGO CABRET – Philip Stockton, Eugene Gearty, Tom Fleischman, John Midgley

MIGLIOR COLONNA SONORA

THE ARTIST – Ludovic Bource

MIGLIOR DOCUMENTARIO

SENNA – Asif Kapadia

MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE

A MORNING STROLL – Grant Orchard, Sue Goffe

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

PITCH BLACK HEIST – John Maclean, Gerardine O’Flynn

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE PARTE 2 – Tim Burke, John Richardson, Greg Butler, David Vickery

RISING STAR

ADAM DEACON

ACADEMY FELLOWSHIP

MARTIN SCORSESE

MIGLIOR CONTRIBUTO INGLESE AL CINEMA

JOHN HURT

0