Lego: arriva la prima donna scienziato

Pubblicato il 6 settembre 2013

Lego La celebre ditta di giocattoli danese presenta il suo primo personaggio femminile di scienziata, vincitrice di un Premio Nobel. Una vera e propria rivoluzione per l’inventore del mattoncino in plastica che, fino all’anno scorso, si lamentava dell’assenza di clientela femminile.

Il suo nome: Professoressa C. Bodin. La sua grandezza: 4 cm. Vestita con una uniforme bianca, con occhiali spessi e un bel sorriso, la scienziata porta in mano due boccette per gli esperimenti. Sotto i suoi abiti si intravede la forma dei seni. Nella sua biografia è possibile leggere che è “appassionata” e ha vinto il Premio Nobrick per i suoi lavori.

Trentacinque anni dopo l’arrivo del primo omino, la Lego inventa, dunque, la prima donna biologa. Miss Bodin è arrivata sul mercato americano a fine agosto proprio con l’obiettivo di sedurre le bambine. Un progetto che rientra negli sforzi fatti negli ultimi anni per sedurre il piccolo pubblico femminile, dato che, al contrario di Playmobil di cui circa il 40% dei compratori è femmina, Lego piace soprattutto ai maschietti.

Così nella Lego, dopo essere nate solo come mamme e figlie, le donne sono pian piano diventate dottoresse, ingegneri, lavoratrici dello zoo. La prima donna astronauta è arrivata nel 1993, poi è stata la volta della donna chirurgo. Ma fino ad ora queste “donne in carriera” erano vestite sempre in rosa e con cuoricini ovunque. Miss Bodin, quindi, vestita con il suo camice bianco, è davvero una svolta.

0