Le donne alla guida mandano più sms degli uomini ma sono più prudenti

Pubblicato il 11 ottobre 2013

donne al volante “Donne al volante, pericolo costante”, un luogo comune, purtroppo confermato dagli ultimi dati, secondo i quali la donna mentre guida scrive molti più sms dell’uomo. Se il 15% dei maschietti, infatti, messaggia guidando, sale al 21% la percentuale delle donne che si dedica all’arte di scrivere sms alla guida.

A rivelarlo è uno studio, realizzato dal 21 gennaio al 2 febbraio su 1065 persone dall’agenzia di assicurazione Axa.
Ma le donne alla guida, in molti altri casi, di rivelano più prudenti degli uomini. “Solo” il 35% delle donne, ad esempio, svolge delle telefonate dal proprio smartphone durante la guida, contro il 39% degli uomini. Le donzelle, inoltre, si mettono alla guida dopo aver bevuto solo nel 18% dei casi, mentre la percentuale sale al 34% tra gli uomini.
E ancora, il 43% delle donne prosegue la guida anche se si sente stanca, contro il 51% degli uomini.

Infine, per quanto riguarda la velocità, il così detto “sesso debole” rispetta molto di più le regole: 42% delle conducenti guidano ad una velocità più alta di 65 km/h in città, contro il 49% degli uomini. Le donne più prudenti hanno tra i 50 e i 64 anni, dato che solo il 29% di loro superano i limiti di velocità. Mentre tra i 25 e i 34 anni le ragazze spingono molto di più sull’accelleratore: il 58%, infatti, supera i 65 km/h, quasi quanto gli uomini della stessa età (60%).

I benefici della prudenza femminile si vedono nel numero degli incidenti: solo il 24% delle persone che perdono la vita sulle strade, infatti, sono delle donne.

0
PER APPROFONDIRE Tags , , , , ,